La Primavera secondo l’Interno 105


Risveglio.
E’ questa la prima parola che mi viene in mente quando penso alla Primavera.
Perchè, per la sottoscritta, l’inverno rappresenta la parte sonnacchiosa, da pseudo letargo.
Nei mesi freddi io amo stare in casa, a cucinare, a fare il pieno di serie tv, a giocare con la Saruccia.
E, a leggere come se dovesse venire la fine del mondo e mi dovessi sbrigare a finire tutti i libri presenti nella mia wishlist… Continua a leggere

Annunci

Cronaca di un terremoto annunciato…


Foto da web


Ci siamo.
Domani sapremo la verità.
Almeno, noi romani.
E, di conseguenza, lo saprà anche il resto dell’Italia.
Perchè domani,sapremo se le previsioni di tanti studiosi più o meno qualificati si avvereranno o se si tratta solamente di un’altra leggenda metropolitana creata ad arte per scatenare l’isteria collettiva.

In parole povere:
Domani scopriremo se Roma (e zone limitrofe) sarà distrutta da un potentissimo terremoto oppure no.

La sottoscritta, che di suo è sempre stata una gran fifona, una volta tanto sfiderà la sorte e andrà a lavoro, ovviamente coi mezzi pubblici.
Perchè, se proprio devo farmi sorprendere dal terremoto, che mi colga quando sono sulla metropolitana. E amen.

E comunque ve lo devo dire: questo post l’ho scritto, in realtà, domenica scorsa e programmato.
E ho fatto così con gran parte dei post scritti questa settimana.

Per cui, nel caso in cui il terremoto dovesse sul serio esserci…

e soprattutto se continuerete a leggere miei post nei prossimi giorni…come dire….Non è detto che io l’abbia fatta franca!

Aspettate la prossima settimana.

Se non dovessi dare segni di vita….vi autorizzo a preoccuparvi!!!

Pensato da

Il destino in un nome


Che dire?

Mi ero appena “ripresa” dall’annuncio che Mrs Simpatia, Victoria Beckham, ha deciso di chiamare la bimba che aspetta Santa (perchè, dice, Santa Barbara è una città che ama molto…) che un’altra star ha fatto anche peggio.

Stavolta le idee meravigliose sono due…e sono tutta farina del sacco di Mariah Carey, neo mamma di due gemellini, una femmina e un maschietto.
I nomi, resi pubblici dopo qualche giorno dalla nascita sono:
Moroccan Scott (il maschio)…perchè suo marito l’ha chiesta in moglie durante una vacanza in Marocco.
E Monroe (la femmina), perchè Mariah è una grande fan di Marylin Monroe.

Ora.
A parte le scelte più o meno romantiche…
Ma, per dire, chiamare tua figlia Barbara o Marylin…non era più carino??
(la Beckham il terzogenito lo ha chiamato Cruz…andrà in giro in coppia con la sorellina!!).
E comunque…ma se il marito di Mariah avesse deciso di dichiararsi, che so, a Capri?

Mi auguro che, una volta cresciuti sti pori disgraziati si vendichino dei genitori in modi tanto ma tanto creativi!!!

Pensato da

Le regole della Casa Vitellina (123/365)


Chalk - Stock Photo by iprole

Faccio coming out.
Non outing.
Perchè sono una precisa, io. 😉
Sono, a tutti, gli effetti, una madre pasticciona.
Una di quelle piene di buonissimi propositi che, alla fine, si vanno inevitabilmente a far friggere, in special modo nei momenti di maggiore sfogo della minore dell’Interno.
E’ che io posso guardare tutte le puntate di tutte le serie di SOS Tata (e ci aggiungo pure quelle di Nanny 911, guarda un po’…), ma alla fine, a stringere, mi manca sempre quel qualcosa.
E dire che avevo iniziato anche bene.
Ho abituato la Saruccia a mangiare tutto, le ho insegnato piano piano a dormire nel suo lettino da sola e senza troppi aiuti. Continua a leggere

Google mi conosce davvero tanto!


Avvertenza: questo è, di fatto, un post abbastanza sciocco.
Non cercate strani significati nascosti….non ce ne sono!! 😉
Avete presente le chiavi di ricerca, si?
Sono quelle parole che gli internauti digitano per cercare i nostri blog….o, magari, per cercare tutt’altro…e finiscono dalle nostre parti.
Nel corso degli anni sono stata raggiunta da persone che cercavano l’indirizzo di casa di George Michael o di Renato Zero (sul secondo potrei aiutarvi…sul primo…ad avercelo!!), o che volevano delle delucidazioni sull’uncinetto tunisino (che io manco quello normale so usare…figuriamoci!), o chiedevano consigli su come cucinare la vitellina al forno (nun v’azzardate!!!).

Ma passiamo alla chiave di ricerca che mi ha fatto decidere di scrivere addirittura un post…(pensa tu come sono ridotta..). Continua a leggere

Core de Roma


Rome view from the top - Stock Photo by sorinetzu

In questi giorni, prendere i mezzi pubblici a Roma è leggermente più difficoltoso del solito.
(In effetti, se ripenso ad un paio di settimane fa la sensazione è quella del già visto….).
Il motivo è di quelli importanti:
Nei prossimi giorni sarà beatificato Giovanni Paolo II.
E il metrò sta vivendo la stessa atmosfera del Giubileo. O dei giorni a ridosso del suo funerale.
Più o meno.
C’è un’allegra invasione. Continua a leggere

Alla ricerca di pensieri felici (106/365)


Yellow Star - Stock Photo by dspruitt

Lo confesso:
L’unico motivo per il quale la scorsa settimana sono riuscita a postare con una certa costanza è dovuto al fatto che, il weekend precedente, avevo programmato un po’ di cose.
La scorsa settimana è stata abbastanza da dimenticare.
Fisicamente sono stata malissimo.
Ho di fatto avuto l’influenza. Senza febbre.
Aggiungiamoci che, da martedì, Saruccia è stata colta da febbrone da cavallo.
Ha dormito con me. Il che equivale al non sonno della sottoscritta (che si è naturalmente andato ad aggiungere al mio malessere…ero uno zombie ambulante).
Nel momento in cui alla Saruccia passava ogni male (ma rimaneva a casa in osservazione) a me veniva il febbrone. Continua a leggere

Mi chiamo Bean. Mr. Bean (101/365)


Water Drops - Stock Photo by alexfrance

Che io non sia propriamente una persona baciata dalla Dea Bendata lo sapevo da tempo ormai.
Dopotutto, ho letto da qualche parte che i nati nel giorno delle Idi di Marzo (presente!), proprio a causa dell’efferato assassinio per il quale è ricordata questa data, possono avere, nel corso della loro vita due sole possibilità: una fortuna sfacciata…oppure la jella quella più nera.
Appunto.
Secondo voi a quale dei due gruppi appartengo?
Vi aiuto: il mio secondo nome NON E’ Gastone….
Dicevo.
Ormai lo so.
Sono destinata, se non alla jella nera, comunque ad una sana dose di sfortuna cronica che mi accompagna un po’ ovunque.
Come ieri sera. Continua a leggere

Pensierino di fine serata (33/365)


La zolla a sorpresa...

Mi domando perchè:

Se un passeggero ha un malore sulla metro alla fermata di San Giovanni, e io, con la mia di metro, sono alla fermata di Giulio Agricola….

Perchè devo stare ferma pure io mezz’ora ad aspettare che riparta il servizio?
Cioè posso capire, quelli che arrivano da Termini e vanno ad Anagnina devono passare per San Giovanni…ma io???
Per la serie, una giornata da dimenticare.
Ma, volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, oggi è giovedì.
E per me giovedì vuol dire Zolle, ovvero la mia spesa settimanale consegnata fresca fresca (per la quale devo sempre ringraziare sentitamente la Chiara).
La cosa che mi piace di più è l’effetto sorpresa, perchè sai più o meno la quantità di cose che troverai, ma mai esattamente COSA. Continua a leggere

Sabato sera, domenica mattina (22/365)


"Leather couch and light 2" - Stock Photo by Henkster

E io ce lo sapevo che prima o poi arrivava il momento in cui non sarei riuscita a rispettare la tabella di marcia!!
Va beh, dai, un passo falso dopo 22 giorni non è comunque male….cerchiamo di non farne altri (o di non farli troppo spesso!!).
Recupererò in settimana il post mancante comunque, non vi preoccupate (o magari, preoccupatevi hehehehehe!) 🙂
Di cosa volevo parlarvi?
Ah si: dei miei momenti preferiti del weekend.
Perchè in realtà io il venerdì esco prima….ma proprio perchè esco prima ne approfitto per fare quelle commissioni che mi voglio evitare il sabato (fare una micro spesa, andare a comprare qualcosa al centro commerciale ed evitarmi le file kilometriche del giorno dopo, ad esempio). Continua a leggere