Alla ricerca di pensieri felici (106/365)

Yellow Star - Stock Photo by dspruitt

Lo confesso:
L’unico motivo per il quale la scorsa settimana sono riuscita a postare con una certa costanza è dovuto al fatto che, il weekend precedente, avevo programmato un po’ di cose.
La scorsa settimana è stata abbastanza da dimenticare.
Fisicamente sono stata malissimo.
Ho di fatto avuto l’influenza. Senza febbre.
Aggiungiamoci che, da martedì, Saruccia è stata colta da febbrone da cavallo.
Ha dormito con me. Il che equivale al non sonno della sottoscritta (che si è naturalmente andato ad aggiungere al mio malessere…ero uno zombie ambulante).
Nel momento in cui alla Saruccia passava ogni male (ma rimaneva a casa in osservazione) a me veniva il febbrone.
Che è prontamente passato sabato.
Oggi mi sento come una sopravvissuta ad un pestaggio di gruppo.
Ho dolori più o meno ovunque.

Sul lato economico è un disastro senza precedenti:
Al marito (al quale, per inciso, non solo non rinnoveranno il contratto ma gli stanno facendo anche consumare le ferie accumulate) non si sa bene quando gli verrà dato non dico lo stipendio di marzo (no figurati…)…ma tutti gli arretrati (eh si perchè il suo capo ha fatto il furbissimo, puntando sulla carta “è straniero che ne capisce lui di buste paga”…gli ha sottratto sistematicamente soldi dovuti da novembre ad oggi).
Al momento le uniche risorse disponibili sono presenti nel mio portafogli (in banca? don’t ask please).
Perchè vi dico queste cose?

No. Non voglio farmi consolare.
Non voglio suscitare pietà.
Giammai mi sognerei di chiedere qualcosa (capisciamme).

E’ che voglio continuare a pensare positivo.
Anche ora.
Soprattutto ora.
Solo che, per come sono messa oggi non riesco a farmi bastare il pensiero felice che la Barbara dispensa ogni mattina.
Avrei bisogno di una vagonata di pensieri felici.

Non so perchè ma dopo tutto sto papiro mi è tornato in mente Peter Pan.
“Le fate nascono dalla prima risata di un bambino”.

Ecco.
Mi piacerebbe “rinascere” e ritrovare forza con pensieri felici.
C’è qualcuno che se la sente di lasciarmene tra i commenti?

In fondo…sono gratis, no? 🙂

Pensato da

Annunci

11 thoughts on “Alla ricerca di pensieri felici (106/365)

  1. Il primo pensiero felice: tu hai la forza per rovesciare il mondo! Sei piena di pregi, leggi come una scheggia, vivi nella città più bella del mondo, la tua famiglia è unita, ti è arrivato un libro dello swap..basta?
    oh, attenta che sono capace anche di venire fino li per scrollarti un pò 🙂 coraggio collega!!!!

    • Grazie per il pensiero energetico Lu 🙂
      (nel caso volessi comunque venire dalle mie parti non potrei che esserne felice, sia chiaro!).

  2. avete inciampato spesso cara amica, ma ricorda che ogni volta vi siete rialzati più forti di prima. Non sarà che l’ennesimo bastone fra le ruote che voi utilizzerete per picchiare la cattiva sorte e ricominciare di nuovo. Siete una famiglia unita, quello è il segreto della vostra felicità.

  3. Sillllll prima di tutto un abbraccione e poi te l’hanno già detto , sei in gambissima , sei un pozzo di risorse , leggi un sacco e hai un sacco di idee e guidi la redazione di zebuk in maniera fantastica ,hai sempre una parola per spronarci quando siamo un po fiacche … hai una figlia stupenda e sorridente e un marito fantastico , lo so lo so che il lavoro a volte ti fa penare , ma sei una forza e ti rialzerai … bacione

    • Sai che vederle scritte queste cose mi aiuta a sentirle più vicine?
      Grazie Elisa!
      Credo che i vostri pensieri felici finiranno in una mini raccolta.
      E poi me li stampo e li incornicio.
      Così saranno in bella vista per ogni futura (speriamo di no) emergenza. 🙂

  4. Sil!!! Sei una persona bella, solare, positiva. Io ti ho sempre vista sorridente, e questo fa proprio bene al cuore! Hai una figlia strepitosa e una bellissima famiglia. E se tutto questo non ti dovesse ancora bastare, puoi sempre accettare un invito per un bentolunch… prenoto un tavolo?

  5. Silbi mi dispiace tanto, non so se può consolarti, ma ti capisco benissimo, meglio di tanti altri, perchè sono nelal tua stessa condizione, anzi peggio, perchè il marito è a casa e da qualche giorno lo sono anche io, in attesa dei soldi, che oggi sia la volta buona…magari sapere di non essere la sola potròà aiutarti. Poi non vorrei essere ripetitiva, visto che te lo hanno già detto le altre, ma pensa alla tua bellissima bambina, io ogni volta che penso ai miei figli mi sento meglio, penso a chi sta peggio e mi aiuta…Non possono esserci sempre salite, ci saranno anche discese, dobbiamo crederci…Un abbraccio immenso.

    • Eh si hai ragione.
      Penso anch’io che, prima o poi, questa salita finirà e inizierà sta benedetta discesa.
      Per noi…per voi….
      Un abbraccio.

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...