Sabato sera, domenica mattina (22/365)

"Leather couch and light 2" - Stock Photo by Henkster

E io ce lo sapevo che prima o poi arrivava il momento in cui non sarei riuscita a rispettare la tabella di marcia!!
Va beh, dai, un passo falso dopo 22 giorni non è comunque male….cerchiamo di non farne altri (o di non farli troppo spesso!!).
Recupererò in settimana il post mancante comunque, non vi preoccupate (o magari, preoccupatevi hehehehehe!) 🙂
Di cosa volevo parlarvi?
Ah si: dei miei momenti preferiti del weekend.
Perchè in realtà io il venerdì esco prima….ma proprio perchè esco prima ne approfitto per fare quelle commissioni che mi voglio evitare il sabato (fare una micro spesa, andare a comprare qualcosa al centro commerciale ed evitarmi le file kilometriche del giorno dopo, ad esempio).
Il sabato mattina, di solito è pieno zeppo: cambia i letti, dai una bella pulita a fondo a tutta casa, fai le lavatrici, lessa la verdura e porzionala per la settimana successiva, prepara un dolce/la pasta per il pane/ per la pizza ecc…..
Ecco.
I miei momenti preferiti del weekend sono proprio il sabato sera e la domenica mattina.
Adoro il sabato sera.
Sia che si vada fuori o che si resti a casa, mi piace troppo.
Perchè so di avere un’altra giornata di riposo davanti…e posso anche fare tardi senza sensi di colpa (ed essere sicura di recuperare il sonno!).
E poi c’è la domenica mattina. Mi alzo un po’ più tardi, faccio una colazione lenta, calma, mi leggo un bel libro prima di sistemare casa….e tutti ancora dormono in casa….nessuno che rompe….ah, che bellezza!
Ora devo cercare di lavorare sul mezzo isterismo che mi prende la domenica sera…che io, ma penso un po’ tutti, il lunedì lo vivo assai male!

 

Sabato sera, domenica mattina – Alan Sillitoe

“Beve. Mente.Tradisce. S’infuria. Picchia. Si mette nei guai e prova a uscirne”: così Diego De Silva nella sua prefazione descrive Arthur Seaton, l’indimenticabile protagonista di questo romanzo. Arthur ha ventidue anni e un posto di lavoro sicuro in una fabbrica di Nottingham; la società sembra aver già stabilito il suo destino la catena di montaggio.il servizio militare, e poi il matrimonio, i figli e una vita rispettabile che somiglia troppo a quella dei borghesi da lui tanto odiati. Ma Arthur proprio non ci sta. La sua ricetta per la felicità è un’altra, ben più movimentata; e dovrà fare a pugni molte volte, bere un bel po’ di birra e portarsi a letto una donna sposata di troppo, prima di capire se gli ingredienti sono quelli giusti…

Acquista su Amazon.it

Annunci

3 thoughts on “Sabato sera, domenica mattina (22/365)

  1. Pingback: Sabato sera, domenica mattina (22/365) « INTERNO 105

  2. Anche a me piace troppo il we e come te mi organizzo se riesco con la spesa il venerdì…invece il giro al centro commerciale spesso lo faccio proprio il sabato sera quando la ressa è finita…Anche io adoro preparare i dolci e uno ci scappa sempre e poi odio il lunedì e tra poche ore ricomincia la settimana lavorativa. buona settimana SIlbi

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...