Quotidianità

Se c’è una cosa che ho imparato in questi mesi di stop lavorativo è che, no, non ci si riposa a casa.
Anzi, se possibile, a fine giornata si è anche più lessi che dopo otto ore in ufficio.
Perchè il concetto di “donna di casa”, alla fine, fa pensare ai tuoi coinquilini “ma si, tanto lei è tutto il giorno li…lo metterà a posto lei, il caos”.

Peccato che io sia caotica già di mio…
E poi, pulizie a parte, c’è il pc.

ZeBuk.
L’Interno 105.

E i Social Networks.
Che non sono solo Facebook e Twitter.
No.
Perchè ho account (assai attivi) anche su Instagram (una droga direi), Foursquare (ma sto diventando brava: non ho più avuto simil incidenti stradali solo per fare check in…), Pinterest e, da oggi, anche Pinspire.

Avrei anche l’account di Google+ ma, per me, rimane un mistero…
O, forse, è che sono già sufficientemente impegnata con tutti gli altri social, chissà.

Però, dilemmi tecnologici a parte, mi piacciono i miei nuovi ritmi.
Quello che apprezzo di più è la totale assenza di ansia.
Che, nella mia vita passata, mi accompagnava praticamente ventiquattr’ore in maniera ininterrotta.

Certo, l’incertezza per il futuro imminente c’è, non lo nego.
Lavori in giro se ne trovano pochi, persone a spasso ce ne sono assai.
La concorrenza è spietata.
E l’età non aiuta.
E’ brutto a dirsi ma 38 (anzi dai diciamolo: 39) anni, almeno qui da noi, sono difficili lavorativamente parlando…quasi come i cinquanta.

E, quindi, parte della mia quotidianeità la passo al pc.
A cercare un lavoro.
Ma anche a scrivere, a studiare, a progettare e, perchè no, a sognare ad occhi aperti.

E poi c’è il marito.
Che, nella sua affannosa ricerca di nuovi stimoli, passa la sua, di quotidianeità a spostare mobili, pulire rampe, svuotare stanze, dipingere pareti (ora il salone è bicolore, sapevatelo), incollare creativamente mattonelle sul muro…e lavare la macchina, che sembra più nuova di quando è uscita dal concessionario la prima volta (e si che l’abbiamo presa usata…per dire).
E a me tocca accontentarlo in tutti i suoi progetti casalinghi e automobilistici.

Sia chiaro.
Non mi dispiace affatto tutta la sua passione per il rinnovo delle nostre quattro mura.
Anzi.
A volte aziona proprio il tasto Fast Forward e diventa più affidabile de La Rapida.

E’ che so che gran parte del suo affannarsi è un modo per non pensare alla situazione.
E per darsi coraggio, a modo suo.
E pensare al futuro.
Ai progetti comuni.

E’ quotidianità anche questa no?

Da un certo punto di vista è una specie di avventura nuova ogni giorno…perchè mi sembra di avere a disposizione la famosa scatola di cioccolatini di Forrest Gump

Non so mai cosa mi riserva la giornata!
E poi c’è l’altro terzo della casa.
Quella non più così piccola, che non si ferma mai un momento.
La piccola donnina che mi aiuta a fare i muffin (ma solo perchè alla fine le tocca ripulire la ciotola dell’impasto…), la lettrice in erba che si diletta anche a raccontarmi i libri che legge.
La sua quotidianità consiste nello sparpagliare sul tappeto del salone le Barbie che non si sono ancora suicidate (…), metterle in fila, aprire i quaderni e iniziare a spiegare la lezione del giorno.
E, lo ammetto.
E’ una figlia della televisione.
Evito, quando possibile, di farle vedere programmi non adatti alla sua età e cerco di limitarle la visione di cartoni animati e film solo ad un paio di ore al giorno.
Lei per fortuna si accontenta.
Meno male che ci sono i giochi educativi!

E meno male che, nella nostra quotidianità possiamo contare tante giornate con il sorriso, con la voglia di scherzare e l’unico desiderio di passare qualche momento sereno insieme.

Perchè alla fine della giornata, quando è ora di tirare le somme conta soltanto quanto intensamente si siano vissuti certi momenti.
Ecco questo ho imparato in questi mesi.
A godere di ogni momento.
Anche quello che può sembrare insignificante.
Anche di una mezz’ora passata in macchina ad aspettare che il marito finisca di lavarla e lucidarla.

Mi piace la nostra quotidianità.
Mi piace la mia vita.

Che, di questi tempi, non è cosa da poco.
Pensato da

Annunci

15 thoughts on “Quotidianità

  1. E non è meraviglioso quando una svolta nella nostra vita, per quanto imprevista e indesiderata, alla fine si riveli una opportunità?
    Opportunità di rivalutare tanti piccoli aspetti della vita, delle giornate, che prima ci erano negati.

    • Hai ragione.
      Ho il lusso di potermi soffermare ad osservare con attenzione i dettagli.
      Prima ero sempre di fretta e tante cose mi passavano davanti senza che riuscissi a focalizzarle.
      Sarebbe bello se si potesse conciliare il lavoro con una buona qualità della vita.
      Soprattutto di quella familiare.
      Comunque brindo alle opportunità…magari con la cocacola, che sono astemia. 🙂

      • e soprattutto sarebbe bello poter scegliere, non essere messi di fronte a una scelta compiuta da altri…
        Ma non lamentiamoci oltre e godiamoci le altre opportunità 🙂
        Buona giornata!

  2. Mi piace questo tuo post Silbi, in cui nonostante tutto riesci, anzi riuscite a vedere qualcosa di positivo in un momento che non lo è per niente. E nessuna meglio di me ti può capire, io di anni ne compio 40 alla fine di quest’anno ed il mondo del lavoro è davvero spietato…ma non demoralizziamoci va che almeno hai Saretta ed io ho i miei figli che mi danno da fare ma che mi fanno tanto sorridere. Invidio un po’ la positività di tuo marito, il mio ultimamente è un po’ giù di morale, forse un po’ troppo rassegnato. Ed è anche vero che stando a casa ci si stanca più di quando si lavora, perché ovviamente ci sono i mestieri da fare, i pranzi e le cene, che si danno per scontati, i figli, la ricerca del lavoro che porta via molto tempo, i colloqui di lavoro e non…Io sono rientrata alle 18 sfinita oggi, e domani sarà anche peggio visto i colloqui a scuola, ma godiamoci questi giorni solo questo posso dirti, ma so che lo stai facendo!!!

    • Mio marito ha i suoi momenti di tristezza e apatia ma, per un qualche strano caso del destino, quando lui sta per cedere io divento improvvisamente guerriera e piena di positività.
      E quando sono io ad aver bisogno di sostegni e’ lui quello vitale e pieno di fiducia nel futuro.
      Ecco si.
      Lui nonostante tutto continua a vedere il lato positivo di tutto.
      Non so come fa.
      Ma sono assai grata che ci riesca.
      E’ un ottimo stimolo.
      Ti abbraccio forte forte.
      Ce la facciamo.
      Hai voglia, se ce la facciamo.

    • Ti ringrazio 🙂
      Sembra banale ma, alla fine, se non riesci ad apprezzare le piccole cose quotidiane, probabilmente non sarai mai pienamente soddisfatto nemmeno quando ci saranno eventi davvero memorabili.
      (quasi quasi potrei prendere il suggerimento al volo e scriverlo davvero sul muro sai?) 😀

  3. Bello questo tuo post, davvero. Bisognerebbe imparare a guardare con occhi diversi e a soffermarci su ciò che di bello abbiamo già, invece di affannarci a rincorrere chissà che. Sarà una frase fatta, ma spesso abbiamo tante cose meravigliose che ci circondano e le guardiamo distrattamente, senza “vederle” dando loro il giusto valore.
    Un bacione, Patty

    • Hai ragione.
      Credo (almeno, io parlo per me eh) che a volte si entri in una specie di circolo senza via d’uscita dove l’unica parola d’ordine è I want more….
      …poi però ti capitano gli stop inattesi, smetti di correre, ti guardi intorno…e capisci.
      Prendetemi così: sto periodo sono un po’ zen…fashion, colorata, ma zen.
      🙂

      • Personalmente è proprio così che adoro vederti… anche se vorrei proprio vederti di persona, credimi! 🙂
        Mi piace questa silbi che “vede”, oltre il guardare… 😀

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...