Ho finito di leggere…La bottega dei desideri, Karen Weinreb

Bedford, New York. Nella villa a due piani regna il silenzio. È mattina, tutti dormono, tranne Nora. È presto, troppo presto, perché qualcuno suoni alla porta. Eppure quel campanello sta squillando insistentemente già da un paio di minuti. Nora non crede ai suoi occhi: all’ingresso ci sono gli uomini dell’FBI. Sono venuti ad arrestare suo marito, Evan, che lavora in finanza. Si è arricchito con operazioni illecite e ora, con la crisi economica, non può più farla franca. Basta un istante e il mondo di Nora crolla: non c’è più fiducia, né amore, né felicità, né soldi. Non le restano altro che dolore e rabbia. E tre bambini da mantenere, cosa quasi impossibile con tutti i beni pignorati e circondata dall’ostilità di quelle che un tempo credeva amiche. Ma in lei è rimasto qualcosa di prezioso, un dono che coltiva da anni, trasmesso di generazione in generazione dalle donne della sua famiglia. Fare dolci e pasticcini. Tutto ha inizio nella panetteria dove Nora lavora la notte. Nora apre “La bottega dei desideri”. È un luogo un po’ speciale, dove non si gusta solo un dolce e del buon caffè, ma si assaporano ricordi e si coltivano speranze, si dimentica il passato e forse si può anche amare di nuovo. Perché, a volte, basta la giusta dose di ingredienti per far tornare un sorriso e accendere un desiderio.

Il libro è carino, si legge abbastanza velocemente.
All’inizio l’atmosfera è molto alla Gossip Girl: lusso sfrenato, macchinoni, tate, nidiate di figli che vanno esclusivamente in scuole private da 40mila dollari l’anno.
Poi la discesa negli abissi della normalità (quella che tante di noi affrontano ogni giorno)…e capisci che anche le signore dell’alta società, se rimangono in bolletta, possono affrontare il problema e lavorare (una cosa incredibile!!).
Umorismo a parte, è un romanzo carino, piacevole, gustoso per i dolci che si incontrano tra le pagine.

Insomma: una perfetta lettura da ombrellone.

Annunci

4 thoughts on “Ho finito di leggere…La bottega dei desideri, Karen Weinreb

  1. Mi ispira il libro, diciamo che lo posso prenotare per la prossima estate, di questo passo ce la potrei fare, non avendo più la pausa pranzo in ufficio, ma andando a casa, ho meno tempo per leggere…e sto accumulando!

  2. so che il mio commento non c’entra nulla, ma poi l’ho finito santuario! e devo dirti che mi è piaciuto più di luce d’agosto, però continuo a trovare la scrittura di faulkner piuttosto difficile per me! grazie per il consiglio! ora ho noleggiato l’uomo in bilico di s. bellow ma mi annoia abbastanza, allora mi concedo di riportarlo indietro e di passare il mio giorno di ferie magari con la mitica doris lessing!buona pasqua e un bacioneeeee

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...