Perchè Carnevale non arriva tutti i mesi…

Photo Credits: Interno105.com (2012)

Oh, io ci provo, giuro.
Ma ho come l’impressione che, più di un paio di post a settimana, per ora proprio non si riesce a mettere insieme.

Anche perchè, nel corso della stessa, ne avrei almeno altri quattro da produrre per ZeBuk.
Per cui, mi sa tanto che mi toccherà scrivere in modo più o meno condensato quello che mi capita.

E ce ne sarebbe da dire.
Che, come ho postato ieri sera su Fb, a volte mi sento come se fossi a metà tra Le Comiche e Scherzi a parte.

Un po’ per via della ricerca/vendita della casa.

Ah giusto, vi aggiorno.
Ci stiamo pensando assai su.
Si vendiamo.
E ricompriamo.
Però, in effetti, non lo faremo in terra italica…

E qui la seconda precisazione a favore di blog:
Si, ci trasferiamo.
Ma all’estero.

Ok.
Troppe notizie shock tutte insieme?
Ecco.
Provate ad immaginare l’espressione dei miei quando ho dato loro la seconda notizia….
(no va beh, forse questa, per ora ve la risparmio, hahahahaha).

E allora, ripensando bene alla casa da comprare ci è venuta un’idea:

E se invece di prendere un mini loculo in Italia la comprassimo a…?

Questa fase del piano è ancora tutta teorica…vendiamo prima casa.
Già.
E qui entra in gioco la modalità Scherzi a Parte.
Il compratore tanto insistente.
Sapete, no, il vicino non tanto normale.
Prima ci ha ammorbato praticamente un giorno si e l’altro pure per controllare pure quante mattonelle ci sono in cucina o quanti passi occorrono per arrivare dal salone alla camera da letto (ve l’ho detto, si che tanto normale non è??).
Poi tornava con promesse del tipo:

“Oh, ma io compro eh…non vi preoccupate. Fine mese e compro! Anzi li volete subito sull’unghia Nmila euri? Eh, li volete?? SI???”

Poi tornava dopo mezz’ora e cambiava versione:

“Si ma voi capite…deve prima vederla mia moglie…domani la porto a vedere casa nel primo pomeriggio, che c’è il sole e lei si convince che è luminosa e la prendiamo subito!”

(Precisazione: casa mia è luminosa…peccato che lui, alla fine, sua moglie l’abbia fatta venire alle 21…ma si sa, dalle mie parti c’è il famoso sole di mezzanotte…).

Poi ci dava appuntamento per il giorno successivo per discutere i particolari del compromesso.
Salvo poi scappare alla chetichella non appena ci incrociava (e scappava pure senza manco salutare).
E fosse finita li…
Il giorno successivo è venuto a scusarsi di non essere passato.
Ha abbassato l’offerta iniziale.
Abbiamo detto no.
E’ tornato all’offerta della settimana precedente.
Ha ripreso la manfrina dell’acconto.
Ci ha dato appuntamento per il giorno dopo.
Ci ha rievitato, stavolta per due giorni.
E’ tornato a chiedere scusa…dicendoci che stava facendo i conti per capire quanto darci di anticipo.
Ci ha anche detto che l’altro vicino (quello con la moglie antigatti, quella cattiva, ma talmente cattiva che in confronto Capitan Uncino si chiama così perchè è un appassionato di maglia e uncinetto…) ha affermato di averci fatto un’offerta per la casa e che, a parer suo, il prezzo che chiedevamo era troppo alto per il prodotto in vendita (se ve lo state chiedendo: sono 4 anni che non parliamo con sto tizio…mai visto a casa nostra, tantomeno ricevute offerte nemmeno per portare le borse della spesa a casa…e giusto per chiarire si, è assai stronzo…una coppia perfetta direi…). E ci ha detto che la risposta ce l’avrebbe data il giorno dopo.
Salvo poi sparire per una settimana…
Poi è tornato alla carica una sera, parlando di impedimenti, pensioni non arrivate, proprietà bloccate, banche creative, alieni in visita (ah no, scusate, quello era il telefilm che stavo guardando io in quel momento…).
Si è scusato e ha detto:

“Beh però se per giugno non avete ancora venduto magari torno…”

In questi momenti la Bambola Assassina della Saruccia farebbe assai comodo... - Photo Credits: Interno105.com (2012)

Un pensiero su tutti:

Perchè, e ripeto PERCHE’ quelli con i disturbi della personalità capitano tutti a noi?? Perchè??

Il secondo pensiero è stato:

Io a sto matto la casa non la vendo manco se mi offre il doppio di quello che chiedo.

Btw, durante tutto questo tira e molla sono stata braverrima e l’ho sempre, e ripeto sempre, tenuto sulle spine, arrivando anche a dirgli che, al limite, se non trovo compratori, la casa me l’affitto….tanto che m’importa? Io non ci sono!! (e l’ho visto preoccupato direi…).

(comunque, la butto li, se avete amici che cercano casa a Roma e vogliono venire a vedere l’Interno 105, fate un fischio!!)

E passiamo al secondo mood da Scherzi a parte.
La ricerca di lavoro.
Di entrambi.
(ah, giusto, ve l’avevo detto che pure il maritozzo cercava? no? ebbene si!).

Ok, si.
Quella sotto certi aspetti è la vera comica (se il fatto di non avere redditi in entrata non rendesse tutto così poco divertente, ma tant’è).
Perchè quando cerchi lavoro, incontri dei tipi che lèvate…
Che ne so, quelli che hanno urgentissimo bisogno di qualcuno e ti fanno andare immediatamente a lavorare.
Poi 4 giorni dopo ti pagano la prova perchè scopri che, in realtà, il posto era occupato da un altro che però era tornato al suo paese a trovare il genitore malato e quindi gli serviva giusto un tappabuchi per quei giorni. (va beh ma dirlo no?)
Oppure il tipo che

“Ho un contratto sicuro per te, a tempo indeterminato. Ti chiamo io. Ma tu, mi raccomando, nel frattempo NON FIRMARE NULLA CON ALTRI!!”

Sta frase è stata detta tipo 4 mesi fa….voi l’avete più sentito?? Ecco… (ma poi, voglio dire, co sta crisi, ma CHI ti fa un contratto, chi??).

Ma il top è stato ieri.
Mi danno il numero di cellulare di un tipo che cercava un autista tuttofare.
Chiamiamo.
Il maritozzo si accorda per andare al colloquio….torna e ride ride ride.

Il lavoretto è una roba una volta a settimana, con una paghetta da scuola media.
Ma è il datore di lavoro ad essere motivo di ilarità: un sedicente “mago” televisivo in voga qualche anno fa.
In casa sua le foto di “colleghi” quali Otelma.

E’ da ieri che rido come una scema.
Inutile.
Continuo a guardarmi intorno.
Lo so che da qualche parte c’è una telecamera che spia le nostre reazioni.

La prossima volta chi ci toccherà in sorte?
Un ventriloquo? Paperino? La Luna Nera??

E veniamo al titolo del post (dopo tutte ste parole al vento mi sa che vi siete pure dimenticati di chiedermi, ma che c’azzecca?).

C’è che la Saruccia, che frequenta un corso pomeridiano di Teatro, a giugno parteciperà alla sua prima recita ufficiale.
La parte assegnatale, in realtà sono due: Peter Pan e la Nonna di Cappuccetto Rosso (più agli estremi di questi due non sono riusciti a trovare).

E qui inizia il mini dramma.
La maestra ci commissiona i costumi.
Va beh, Peter Pan è facile. La faccio vestire tutta di verde, creo un cappellino verde al volo.
La nonna.
Le richieste della maestra:

  • Una gonna nera lunga – Ce l’ho!! (è di mia madre…l’ho provata a Saruccia…non c’è bisogno nemmeno di accorciarla…ehm…)
  • Uno scialle nero – Ce l’ho!!
  • Una parrucca bianca con lo chignon…

No, dico, ma io una parrucca bianca, a fine aprile, ma dove la trovo?

Non è che viviamo, cheneso, negli States, dove ci sono negozi che vendono le cose di Halloween tutto l’anno…
Qui se non ti muovi nel periodo di Carnevale hai due soluzioni:

  • O ti impegni casa per comprarne una in uno di quei negozi specializzati in costumi teatrali (le parrucche li le faranno con i capelli originali degli attori premiati a Hollywood??).
  • O ti rivolgi al caro Ebay.

Ecco.
Aspettiamo l’arrivo del postino, va, che è meglio!!

Però dovrei consolarmi…penso alla mamma del bambino che ha dovuto cercare in lungo e largo un copricapo da volpe…(e tutta la solidarietà al bambino che, a giugno inoltrato sarà felicissimo di indossare un cappello di pelliccia…).

Bene, facciamo che per oggi mi sono sfogata pure troppo.

La prossima volta magari vi parlo anche di un piccolo evento che ci sarà a breve sul blog.
Mi raccomando, eh:

Iniziate a prepararvi spiritualmente!! 🙂

Pensato da

Annunci

7 thoughts on “Perchè Carnevale non arriva tutti i mesi…

  1. io mi sto perdendo dei passaggi (oppure la demenza senile mi assale il chè è + probabile)… ma se state andando all’estero, cercate lavoro a roma? mi sono smarrita… non dovete richiedere colloqui lì dove andate? 😦
    Senti maaaa… vendendo lì e non ricomprando lì, come farete quando periodicamente farete le ferie a Roma? Andrete dai tuoi? Uh.. felice tuo marito ahahahah Scherzi a parte.. contate di non tornare mai più? no vero??? :-((((

    • Beh noi volevamo cercare un lavoretto per racimolare qualcosina invece di spendere i risparmi (ma l’idea decisamente e’ naufragata). Lavoro li si trova una volta arrivati, e’ più semplice. Comprare qui, con tutte le tasse previste non lo so quanto conviene. Diciamo che l’altra casa sarà quella delle vacanze (magari con i miei)

  2. Senti, non fosse che sto a secco causa maternità, me lo comprerei io l’Interno, solo x vedermi ogni tanto tutti i buffi personaggi che ci capitano!!! 🙂

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...