22/11/63, Stephen King

Non sorrideva più. Adesso era pallido e incupito. In parole povere, somigliava a tutti gli altri abitanti di Derry. <Quando ti metti un costume da pagliaccio e un naso di gomma, nessuno sa come sei fatto dentro.> (22/11/63, Stephen King, Spearling & Kupfer, pag. 121/122)

Visto che è ora che il blog torni alla sua programmazione (più o meno) abituale, ricomincio da qui.
Dall’ultimo libro letto nel 2011.
Che poi è dello stesso autore con il quale ho terminato il 2010.

Segno che, posso girarmela come voglio, ma alla fine sono una romantica:

Torno sempre ai miei primi amori.

E questo ultimo King ne valeva sul serio la pena.
Perchè rappresenta un bel passo in avanti e, allo stesso tempo, un tuffo nel passato kinghiano.
A ritrovare il solo e unico Re.

Qui trovate anche la mia recensione su ZeBuk.

Buona lettura!

Annunci

One thought on “22/11/63, Stephen King

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...