Un uomo (153/365)

“Un uomo” è il romanzo della vita di Alekos Panagulis, che nel 1968 è condannato a morte nella Grecia dei colonnelli per l’attentato a Georgios Papadopulos, il militare a capo del regime. Segregato per cinque anni in un carcere dove subisce le più atroci torture, restituito brevemente alla libertà, conosce l’esilio, torna in patria quando la dittatura si sgretola, è eletto deputato in Parlamento e inutilmente cerca di dimostrare che gli stessi uomini della deposta Giunta continuano a occupare posizioni di potere. Perde la vita in un misterioso incidente d’auto nel 1976. Oriana Fallaci incontra Panagulis nel 1973 quando, graziato di una grazia che non aveva chiesto ma che il mondo intero reclamava per lui, esce dal carcere. I due si innamorano di un amore profondo, complice, battagliero. Lei lo affianca e ne condivide una lotta mai paga. “Il poeta ribelle, l’eroe solitario, è un individuo senza seguaci: non trascina le masse in piazza, non provoca le rivoluzioni. Però le prepara. Anche se non combina nulla di immediato e di pratico, anche se si esprime attraverso bravate o follie, anche se viene respinto e offeso, egli muove le acque dello stagno che tace, incrina le dighe del conformismo che frena, disturba il potere che opprime.”

Questa settimana inizia con il mio riavvicinamento, dopo qualche ann, ad Oriana Fallaci.
Perchè per molto tempo lei ha rappresentato un modello a cui ispirarsi.
Salvo poi osservare le sue ultime esternazioni con cautela e qualche dubbio.

Riprendo la lettura dell’Oriana che ho amato tanto perchè ho bisogno di essere carica.
Perchè,  prima di affrontare la discesa (che so essere vicina) ho bisogno della forza necessaria per superare quell’ultima parte di salita, la più ripida e faticosa.
E lei per me ha sempre rappresentato la donna forte che non si arrende mai.

(che poi lo so, alla fine della rilettura di questo libro sarò devastata….mi succede ogni volta…ma è un rischio che affronto volentieri).

Pensato da

Advertisements

5 thoughts on “Un uomo (153/365)

  1. Sono fiduciosa e come ti ho già detto la nostra risalita arriverà prima o poi…nei prossimi giorni leggerò un libro della Fallaci anche io…anzi accetto suggerimenti. Baci.

    • E’ vero.
      E’ un libro meraviglioso, immenso.
      Uno di quelli da tenere in libreria e riprendere ogni tanto.
      Grazie per essere passata dalle mie parti.
      🙂

  2. per anni mi sono chiesta come la stessa persona – la fallaci – potesse partorire questo meraviglioso inno alla ribellione e le tirate pressappochiste contro l’islam. ora me lo spiego solo con il decadimento cognitivo imposto dall’invecchimento (speriamo non a tutti…..) bacione.

    • In effetti il mio momento di smarrimento nei suoi confronti era dovuto proprio ai suoi ultimi scritti anti islam.
      Era come se in lei fossero convissute due personalità differenti.
      O, magari è come dici tu 🙂

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...