Gli arancini di Montalbano (150/365)

E niente.
Sono ancora in fase di semi catatonia.
O, meglio, vedendola in modo più positivo, sono in pieno mood vacanziero.
Per cui continuo ad essere a “orario ridotto” almeno sul blog.
La caratteristica dei libri che sto leggendo in questo periodo è che per me rappresentano tutti una carezza per l’anima.
Ho bisogno di qualcosa che curi la mia scarsa attitudine al sorriso.
E che siano anche portatori di qualche sano brivido. Perchè l’azione, il thriller, in questo momento, sono degli ottimi mezzi di distrazione.
E poi c’è lui, Montalbano.
Che mi strappa sempre un sorriso. Così leggero eppure così profondo.
Lui e Camilleri, non potevo proprio non aggiungerli alla lista di letture di questa nuova fase.

Ecco.
Oggi ho iniziato a leggere proprio questo libro qui:

Gli arancini di Montalbano

“Quando Montalbano incornava su una cosa, non c’erano santi”. Il narratore che da anni ci racconta le storie del commissario di Vigàta, lo sa bene. Una parola stonata, un gesto incontrollato, un dettaglio incongruo bastano a mettere in moto la macchina delle sue indagini. Così, da un’impercettibile crepa nella “normalità”, prendono avvio anche queste nuove storie, in cui Montalbano si imbatte nei crimini e nei criminali più eterogenei e insoliti: vecchie coppie di attori che recitano, nel segreto della camera da letto, un funereo copione; insospettabili presidi in pensione che raggirano generose prostitute; mogli astutamente fedeli che ordiscono crudeli vendette ai danni dei loro tronfi mariti… Lasceremo Montalbano a Capodanno, colpito da una “gran botta di malinconia” dopo l’ennesima “azzuffatina” con l’eterna fidanzata Livia e confortato solamente dagli arancini della ‘cammarera’ Adelina, “celestiale bontà” e conclusione saporosissima di una nuova serie di indagini del commissario più famoso della narrativa italiana.

Pensato da

Annunci

6 thoughts on “Gli arancini di Montalbano (150/365)

  1. Anche io sto leggendo Camilleri e come ti ho già detto di lei, mi piace assai. Quello che stai leggendo tu è uno di quelli che mi piacerebbe leggere, magari più avanti…Mi mancano i tuoi post giornalieri e spero che le cose si sistemino al più presto. Un abbraccio.

    • Guarda se riesco a farmi passare st’ansia allucinante la voglia di scrivere ogni giorno (anche più di un post al giorno) mi torna..ah se ne ho di cose da dire!! 🙂

  2. Io gli arancini invece li ho messi fra i miei scambiabili. Sarà che non amo i racconti brevi… Eppure Camilleri è un grande!!!!

    • In effetti di Camilleri non ho mai letto racconti brevi…e stavolta ne ho un paio di raccolte pronte per essere lette…questa è carina. In effetti i romanzi sono tutt’altra cosa…però è comunque divertente 🙂

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...