Il principio. (142/365)

Coffee Book Session - Stock Photo by ugaldew

Di solito il sabato e la domenica me li dedico alla programmazione dei post per la settimana successiva e alla creazione di quelli del fine settimana.
Stavolta non ci sono riuscita.
Ma ho delle buone ragioni.

Sabato mattina il marito è uscito di casa per andare a prendere l’ultimo simil stipendio dal suo oramai ex datore di lavoro.
Noi l’aspettavamo per andare a fare la solita spesuccia di rifornimento.
E’ tornato tardissimo.
E a piedi.
Eh si, perchè uscito dall’ufficio del commercialista ha messo in moto…e la macchina è partita.
Nel senso che è proprio andata. Morta.
C’è stato anche un principio d’incendio, fortunatamente rientrato subito grazie all’aiuto di alcune persone che passavano.
Il pomeriggio abbiamo detto addio alla macchina.
Dopotutto la nostra storia era cominciata malissimo e continuata sotto una cattiva stella.
Magari la sfortuna se ne andrà insieme alla panda verde mela, chissà.

Sempre sabato, sfacchinando col bus fino al centro commerciale incontriamo la mamma della migliore amica di Saruccia.
Suo marito (che ha 4 anni più di me) è in ospedale.
Principio d’infarto.
Ieri abbiamo tenuto la bambina tutto il giorno per permettere alla madre di passare più tempo possibile col marito in terapia intensiva.

E sapete una cosa?

A volte, anche se il principio non è proprio il più positivo, scatena una reazione più che positiva.

Perchè mi sono stufata.
Di stare immobile e aspettare che cambi qualcosa.
Di evitare di fare cose ora…quando, magari, non so se poi potrò mai farle domani.
Cavolo.
La vita è così imprevedibile.
Prendiamola alla sprovvista anche noi.

Pensato da

Advertisements

6 thoughts on “Il principio. (142/365)

  1. Come ti capisco Silbi, la scorsa settimana è stata terribile anche per noi anche il mio capo, 45 anni, ha avuto un principio di infarto e la prossima settimana sarà operato…che periodo di m…

  2. Nooo la mitica panda color fructis che mi ha scorazzata di qua e di là… Povera macchina. Ma.. ma… aveva si e no 5 anni, e forse manco!
    ma come le fanno ste macchine? con la scadenza degli yogurt? Da non crederci.

    • La panda color fructis (hehehe) aveva 6 anni buoni oramai.
      Ma ha sempre avuto problemi dall’inizio in effetti.
      A volte la macchina nuova è, come si dice da queste parti, una “sola”.

      Mio papà ha avuto momenti terribili con la sua Opel Meriva….erano più le volte che la portava ad aggiustare che quelle che era in strada…

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...