Ditemi che è tutto un pesce d’Aprile (90/365)

Coffee Book Session - Stock Photo by ugaldew

Interno.
Giovedì sera.
Dopocena.
La tv accesa su un chiaro programma di propaganda della sinistra.
Un signore di mezza (o forse più) età, con capelli dal colore (e dal materiale) più o meno indefinito si ritrova ad un simil comizio “alla vecchia maniera”, con un sorriso (sbilenco nonostante l’intervento recente) compiaciuto e con fare da salvatore della patria.
Il luogo è una piccola e fino a poco tempo fa ridente isola del Sud Italia, ora colma fino all’impossibile di relitti umani, scappati dalla guerra ma anche dalla povertà.
Il signore di cui sopra, con sguardo sornione rassicura gli abitanti dell’isola (giustamente) incazzosi promettendo loro:

 

  • La liberazione dell’isola e lo spostamento dei derelitti menzionati entro 48, massimo 60 ore (questo è il suo cavallo di battaglia…anche con la monnezza lo disse…e visti i risultati precedenti non c’è proprio da stare allegri).
  • La candidatura di isola e isolani per il Nobel per la Pace (che ci sta per carità…ma fossi un abbruzzese mi inalbererei alquanto, per dire).
  • Un bel casinò, per rilanciare il turismo dell’isola (che, lo sanno tutti: le famiglie e le persone con un reddito medio vanno in vacanza ESCLUSIVAMENTE dove ci sono i casinò….)

Per rilanciare l’economia dell’isola ha pure annunciato di essersi comprato una casa, su internet e in 48 ore (ma anche no…dopo che ha scoperto che la casa è a 50 metri dall’aeroporto e che, quindi, è circondata da un rumore infernale…)

Ora, a voler cercare il pelo nell’uovo mi verrebbe da chiedere:
Perchè ora che il suddetto signore ha parlato ci sono ben 6 navi giornaliere che verranno a prelevare i clandestini mentre per settimane c’è stata soltanto 1 nave ogni 2 giorni?
Si voleva arrivare ad una situazione di estrema intolleranza per far apparire il gran sornione come il salvatore dell’isola?
Si ok, lo confesso:
Guardo troppo spesso quella famosa trasmissione dichiaratamente di sinistra, che ci volete fare?
Che poi, questa settimana non ci siamo fatti mancare nulla:
Ci si è messo pure quel Ministro che ha chiamato i figli come Capi Tribù Indiani…si avete capito quello che

“Erano in cento a tentare di intimorirmi la fuori. Ovviamente non mi sono spaventato per nulla”.

La guerra in Parlamento.
Il caos sulla legge per il Processo Breve.
No ma parliamone.
Tutti a litigare su sta legge, tutti ad indignarsi.

Perchè, mi domando, invece è passata (quasi) sotto silenzio (nel senso che se ne parla esclusivamente nei blog) La legge che prevede che un pedofilo colto in atti sessuali “di lieve entità” con un minore non venga incriminato.

Ditemi: come può essere di LIEVE ENTITA’ un atto sessuale compiuto nei confronti di un bambino???
Davvero, sono assai curiosa.

E il danno psicologico?
E la paura?
E la vergogna?

Ah, no giusto.
Per un momento ho dimenticato che chi approva leggi simili la vergogna l’ha data via tanto, ma tanto tempo fa.

Pensato da

Advertisements

7 thoughts on “Ditemi che è tutto un pesce d’Aprile (90/365)

  1. uao un post politico: mi piace la silbi che si indigna!

    in ogni caso io non so più che dire, mi sembra che qualcuno prima o poi ci faccia la sorpresa e di risolevi dicendoci che siamo su scherzi a parte…

    io passo alla violenza!
    🙂

  2. io ti dirò, per un attimo mi sono vista in piazza come in tutti questi paesi arabi dove la gente non ne può più e esplode! Non siamo tanto distanti, non abbiamo la dittatura ma la gente è così stanca…..

    • Già ile, non abbiamo la dittatura.
      Che è senz’altro un bene nel senso che, almeno, quello che pensiamo lo possiamo ancora dire (ma poi senti che in parlamento minacciano chi applaude per l’opposizione…cioè a questo punto, c’è tanta differenza??).
      E mi continuo a domandare se davvero da noi si arriverà mai ad una protesta così generalizzata o meno.
      Perchè il pensiero che intristisce sul serio è che quel signore col sorriso sghembo ma sornione sa di poter contare su molte persone che lo votano (è quella la cosa assurda…lo votano…)

      • io la penso esattamente come te, su tutto, mi sono già espressa… ma una cosa mi domando: ma come mai se a pensarla come te, come me siamo in tantissimi e il malumore (chiamamolo così) è tangibilissimo, come mai alla fine lui vien sempre votato ed applaudito? L’altro giorno ha detto che questi poveretti ce li dobbiamo dividere (son mica cose) tra tutte le regioni… benissimo lui a casa sua, nella sua “villetta” quanti se ne piglia? Adesso non ti tedio più… ma sono parecchio inc….a ma soprattutto indignata.
        Un abbraccio e scusa lo sfogo…

        • No ma indignati pure, continua ad indignarti su questo post tranquilla…
          Io l’ho scritto dopo l’incavolatura che mi è venuta ieri a vedere AnnoZero e la bile che mi saliva ogni volta che inquadravano chi è al governo.

  3. Io la penso come voi, non mi capacito di come faccia ad avere i voti, visto il malcontento generale, certe cose sono senza parole e fanno arrabbiare…

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...