Torta al caramello in paradiso (26/365)

E dopo i post un po’ riflessivi dei giorni scorsi (forse troppo, a dirla tutta)…parliamo di qualcosa di dolce!!! 🙂
Come avevo accennato qualche giorno fa ai miei amici sulla facciadilibro, domenica, nonostante la dieta, ho preparato dei muffin.
Anzi, ad essere più precisa, erano cupcakes.
Perchè li ho glassati.
In realtà erano “prove tecniche di glassatura”. La glassa è venuta bene, benissimo.
Solo che l’ho messa su quando i muffin non erano perfettamente freddi e un po’ si è spatasciata.
Ma voi, ovviamente, vorrete sapere la ricetta dei muffin, giusto?
Allora vi accontento!
Dunque, i miei alleati fidati per l’esecuzione di questa ricetta sono essenzialmente due:

Da questo libro, infatti, ho preso spunto per la ricetta dei muffin (ma l’ho rivisitata assai). Il bicchiere è stata la mia unità di misura (quindi regolatevi!).

Muffin con glassa e smarties

Ingredienti
Per i muffins (ne vengono 12 grandi)
2 bicchieri di farina tipo 0
1 bicchiere e 1/4 di zucchero
3 uova medie
2 cucchiaini di lievito
1 bustina di vanillina
2 cucchiaini e 1/2 di cannella in polvere
2 quadratini di cioccolato fondente
1/2 bicchiere di latte
60 gr. di burro (o poco meno di metà bicchiere di olio di semi).
Per la glassa
60/70 gr di zucchero a velo
1 cucchiaio di acqua
qualche goccia di succo di limone.

Preriscaldate il forno a 170°.
Sbattete le uova con lo zucchero, la vanillina e un pizzico di sale, fino a che non diventa un composto chiarissimo.
Aggiungete burro ammorbidito (o l’olio),  la farina, la cannella, il  cioccolato grattuggiato e il latte e mescolate bene.
Inserite dei pirottini nello stampo per muffin (oppure, se ci riuscite utilizzate direttamente i pirottini) e riempiteli per 3/4 con il composto.
Infornate per circa 20 minuti (o comunque fino a quando i muffin saranno solidi…ma non troppo cotti se no vi restano secchi!!).
Nel frattempo preparate la glassa: mescolate lo zucchero con l’acqua e le gocce di limone (che ci vanno per smorzare la mielosità dello zucchero..).
Dovrete avere un composto corposo, non liquido, mi raccomando!
Fate raffreddare nel frigo.
Una volta pronti i muffins, fateli raffreddare per bene.
Poi prendete la glassa, trasferitela in una sac a poche e iniziate a decorare (come vi pare).
Vi consiglio di aggiungere, se volete, gli smarties di volta in volta…ossia glassate un muffin e aggiungete gli smarties (o altre decorazioni che volete) subito…così la glassa farà da collante…che poi si asciuga!
La mia piccola assaggiatrice ha gradito…e se n’è spazzolati ben tre!!

Il libro consigliato non poteva non essere in tema culinario…nello specifico è un romanzo di Fannie Flagg, autrice che adoro (I pomodori verdi fritti sono opera sua!)…e questo sarà il romanzo che leggerò non appena terminato il librone di Maguire.
Se volete saperne di più su Torta al caramello in paradiso, vi rimando alla recensione di Angela su zebuk.

Torta al caramello in paradiso, Fannie Flagg

La vita è proprio strana… Lo può ben dire l’ultraottantenne Elner Shimfissle, che un momento prima si inerpica sulla scala per raccogliere i fichi dall’albero e un momento dopo si ritrova a terra, priva di sensi dopo essere stata punta da uno sciame di vespe. I vicini la soccorrono subito e la portano in ospedale dove purtroppo i medici non possono far altro che constatarne il decesso. Alla notizia, parenti, amici e l’intera comunità della cittadina di Elmwood Springs sono colti da un’infinita tristezza e da un rimpianto inconsolabile: con i suoi saggi consigli e la sua purezza di cuore quella generosa e intrepida vecchietta era stata un punto di riferimento prezioso per tutti. Iniziano i preparativi per il funerale e da tutto il paese arrivano fiori e condoglianze. Ma nessuno ha fatto i conti con la defunta… Elner, stesa su una barella in camera mortuaria, apre gli occhi con l’impressione di sentirsi molto meglio e, benché stupita che nessuno si accorga più di lei, si alza, esce dalla porta, percorre il corridoio fino a un ascensore, vi sale e, dopo un viaggio che ha dell’incredibile, si ritrova in Paradiso a vivere un’avventura che non si sarebbe mai aspettata, incontrando persone che non avrebbe mai creduto di poter vedere, esaudendo il suo grande sogno: domandare tutto ciò che ha sempre voluto sapere riguardo alla Vita. Ma forse la sua ora non è ancora giunta, ed Elner potrebbe tornare indietro, nel mondo dei vivi, a rivelare qual è il segreto della felicità.

Annunci

2 thoughts on “Torta al caramello in paradiso (26/365)

  1. Copio di sicuro la ricetta e se riesco la faccio nel w.e. e poi ti dico. Il libro di cui parli vale davvero la pena leggerlo, bello molto bello, invece io non ho ancora letto Pomodori…ed è nella mia lista…Buon giovedì Silbi.

  2. Certo che ogni tanto bisogna anche concedercelo un piccolo confortino…
    Prima mi sono messa a guardare le foto della tua signorina: certo che è proprio una bellezza!!!!
    Buona serata!!

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...