Sarta…nel vuoto…

Stock photo by david007

Questa ve la devo proprio raccontare.
Partiamo con la mia solita premessa (che io sono una che parla pochissimo e poi si sfoga scrivendo…):
Come sapete, uno dei motivi che ci ha spinto a tornare in Tunisia è stato, principalmente, il matrimonio della cugina di mio marito.
E siccome da quelle parti i matrimoni durano più di un giorno, dovevo munirmi di più di un vestito.
Ora, noi partendo il lunedì ci siamo “risparmiati” due giorni di festa…ce ne restavano altri due.
All’inizio avevo pensato di compare due vestiti eleganti ma che potessi riutilizzare anche durante il resto dell’anno.
E avevo preso un mini vestito. C’è solo un ma: è veramente corto….cioè se lo mettessi un altro giorno, magari con dei leggins carini, starebbe anche bene…
Ma visto che non ho le gambe della Gisele Bundchen, ho preferito ripiegare su un vestito meno “pericoloso”.
E mi sono messa alla ricerca.
Ci credete se vi dico che non riuscivo a trovare nulla che mi piaceva?
Finalmente, una settimana prima della partenza, ho trovato un vestito lungo, nero, molto elegante.
Unico neo: era lunghissimo…ma proprio che sembrava avessi lo strascico.
La commessa mi tranquillizza dicendomi che si poteva accorciare senza difficoltà.
Va bene.
Mi prende le misure e mi dice che sarebbe stato pronto per il mercoledì, massimo giovedì.
Io decido di andare a prenderlo direttamente il venerdì appena uscita da lavoro.
Soltanto che nel primo pomeriggio ricevo la telefonata della commessa che mi dice che il vestito non è pronto, è semplicemente imbastito e vogliono prendermi subito le misure…
…ma io sono all’altro capo della città…
Allora lei scusandosi mi dice che lo manda subito a finire e che il giorno dopo potevo andare a prenderlo.
La mattina seguente mi chiama e mi dice che l’abito è pronto.
Io arrivo in negozio e me lo provo. Mi guardo allo specchio…e avrei volentieri ucciso prima la sarta e poi la commessa.
Invece di accorciarlo me l’aveva stretto sotto il seno…mentre dietro si era allargato…per poi restringersi…
In pratica avevo un inquietante rigonfiamento appena sopra il sedere… 😦
Senza contare lo strascico…
La commessa è diventata multicolor e non faceva che scusarsi.
Morale? ho passato un’ora a provare altri vestiti, mini stavolta e alla fine ne sono uscita con uno molto bello, a strati blu e bianco, che mi sta bene (ho verificato, eh…) ed è pure comodo (che non guasta).

Ora mi domando se le vacanze riusciranno a procedere senza intoppi…..

(voi, per precauzione, qualche incrocino fatelo comunque…hai visto mai!).

Annunci

2 thoughts on “Sarta…nel vuoto…

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...