Un Weekend al lazzaretto

Il weekend appena passato è stato di quelli da segnare con il pennarello rosso sul calendario, alla voce “Grandi catastrofi”.

Avrei dovuto capire che non stava iniziando affatto bene quando, venerdì pomeriggio, appena uscita da lavoro, mi sono diretta alla fermata della metropolitana…..e l’ho trovata chiusa.

“Signorì, la metro nun parte, un tizio s’è buttato sotto ar treno, è tutto bloccato. Si vole pò annà a prenne i mezzi de superficie”

Che tradotto sarebbe “fare a cazzotti con un numero non ben precisato di persone per salire su uno dei bus che dovrebbero sostituire la metro ma che passano ogni mezz’ora, già pieni”.

Armata di pazienza ho atteso un’ora prima di riuscire a salire su una navetta.

Sarebbe più corretto dire: prima di essere buttata di peso su una navetta.

Eravamo talmente ammassati che anche se l’autista avesse fatto una frenata improvvisa saremmo rimasti tutti in piedi: un tetris umano, praticamente.

Finalmente, non so come, sono riuscita a scendere alla Stazione Termini e, da li, a prendere il treno per Ciampino, dove mi aspettava il maritozzo e la vitellina dormiente.

Abbiamo comprato un pollo in rosticceria e mangiato io e il maritozzo, che la vitellina ancora dormiva.

Alle 22.30, io guardavo un film sul digitale terrestre, il maritozzo in camera ronfava.

Mi ritrovo la vitellina davanti, semi addormentata che mi fa:

“Mamma, non mi sento bene”.

Il suo non sentirsi bene equivaleva ad un 39.5 di febbre….

E quindi: il maritozzo si è svegliato ed è andato a dormire sul divano, io e la vitellina nel lettone.

La febbre è stata costante tutta la notte.

Il sabato lo abbiamo passato a combattere la febbre, che era comunque scesa a 38.5, ma andava e veniva.

La sera di sabato la febbre se n’è andata e non è più ricomparsa.

La domenica, quando pensavo di potermi finalmente rilassare…..mi ha preso l’influenza….ma quella intestinale però…

Ed è durata più di 24 ore.

Tanto che ieri sono rimasta a casa.

Ma oggi sono di nuovo a lavoro, con il mio riso in bianco e tanta nausea.

Lo so.

Chi me lo fa fare?

Boh.

Ogni tanto me lo domando anch’io.

Speriamo che il prossimo weekend vada un pochino meglio….

Annunci

3 thoughts on “Un Weekend al lazzaretto

  1. ola che bel fine settimana….per fortuna è passata…da noi no influenza ma tanto pronto soccorso…che tristess misiarosa

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...