Shopaholici senza speranza

Ed eccoci qui.

La settimana scorsa c’è stata la vendita speciale, “quella bella”.

Che noi, di vendite aziendali super scontate, ne abbiamo di diverse.

Ci sono quelle riservate esclusivamente a noi dipendenti dell’azienda, che sono di due tipi:

il difettato (che spesso difettato non è ma semplicemente invenduto…e da qualche parte devono rivenderlo), a prezzi stracciatissimi (non a caso le principali vendite di difettato ce le propinano in concomitanza con tredicesima e quattordicesima…come a dire, quello che ti do me lo riprendo…) e il campionario, che costa leggermente di più ma che ha cose anche più nuove (perchè magari sono articoli fatti provare ai vip che li hanno rimandati indietro).

E poi c’è la vendita quella grande, aperta a tutti i dipendenti dell’azienda e anche del gruppo, nonchè ai familiari e amici dei dipendenti.

Ecco.

Lo scorso weekend c’è stata quella vendita li.

Noi entravamo il venerdì e dovevamo prenotarci telefonicamente il mercoledì.

Il giorno della prenotazione era una comica.

Tutti a digitare, in vivavoce, il numero della prenotazione mentre lavoravamo a pc.

Un concerto di segnali di occupato….

Sono riuscita a prenotarmi dopo 1 ora che pigiavo sul tastino repeat (…) e sono anche riuscita ad entrare nel primo turno (quello delle 16.00).

Mi sono portata dietro mio fratello.

Uno sciame di gente è entrata con noi al primo turno, tutti addosso al distributore di numeretto per andare a comprare le borse (altro che salumiere!!).

E poi, un pochino spaesati abbiamo visitato tutti gli altri stands, che invece non necessitavano di numeretto, in attesa che giungesse il nostro turno alle borse.

Mi sono innamorata dei costumi da bagno da bimba (e ho anche provato a trovare la taglia per la vitellina….ma si fermavano ai 2 anni), della bigiotteria (e ho preso un anellino con i ciondoli troppo bello).

E, miracolo, dopo 10 anni che lavoro qui, ho finalmente trovato un paio di scarpe della mia taglia che non siano tacco 20 a spillo o con il doppio fondo di Lurch….

Ebbene si, da venerdì sono “proprietaria” di un paio di sneakers nere griffate.

Che ovviamente non sto indossando causa pioggia….me le tengo da parte, in cassaforte, per i giorni di sole.

E’ proprio vero che sono senza speranza……

Annunci

2 thoughts on “Shopaholici senza speranza

  1. Contenta di leggerti serena nonostante i tanti problemi…Anche noi andiamo avanti tra alti e bassi e malanni di stagione…Un abbraccio. P.S. Domani vado io dal parrucchiere, ne ho proprio bisogno!!

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...