Passata la paura

All’Interno ieri ci sono stati momenti drammatici:

il maritozzo, nel pomeriggio, riceve una telefonata disperata dalla cugina.

Sua zia, la sua adorata zia-mamma che lo ha cresciuto dopo la morte della sua mamma, ha perso l’equilibrio mentre si trovava sul pianerottolo vicino alle scale.

Quelle scale che mi hanno sempre fatto tanta paura…..e il pianerottolo che guardavo con inquietudine….

A casa della zia non esiste ringhiera.

Certo, lei abita al primo piano….ma comunque non è una cosa sicura.

Ecco. Ieri la zia ha perso l’equilibrio ed è finita nel giardino del piano di sotto.

Un tonfo. La vicina è uscita e l’ha trovata priva di sensi.

Ha chiamato i soccorsi, telefonato alla figlia.

La cugina di mio marito per molte ore non ha saputo nulla delle condizioni di sua madre.

Sapeva soltanto che non era cosciente e che la situazione sembrava grave a tutti i medici.

Tanto grave da decidere di trasferirla da Nabeul direttamente all’ospedale di Tunisi.

Tutti i parenti all’estero sono stati allertati. Sono partiti.

Tranne il maritozzo, che non aveva ancora rinnovato il passaporto.

Mio marito ha passato la mattinata in Consolato e ne è uscito con un passaporto nuovo di zecca.

Poi ha tentato di trovare un volo ad un prezzo normale.

Ovviamente non l’ha trovato.

Poco fa ha telefonato sua cugina.

La zia si è svegliata. E’ ancora sotto stretta osservazione ma si è svegliata.

E’ anche riuscito a parlarci un secondo.

Ecco.

Io sono contenta che la situazione non sia così grave come si era prospettata all’inizio (soprattutto perchè dicevano che non aveva battuto la testa ma il collo…..e io sono una che pensa sempre al peggio).

Soltanto che….mi piacerebbe non trovarmi sempre in situazioni come questa.

Non lo so…sarà una prerogativa tunisina…..ma devono sempre allarmare le persone.

La cosa che mi fa un pochino inalberare è che la famiglia di mio marito lo sa quanto lui è impressionabile e soprattutto quanto è attaccato a sua zia.

Ieri piangeva come una fontana.

Mia mamma lo avrà chiamato 20 volte per accertarsi che stesse meglio.

Ecco.

Lo so che è bene che non sia successo niente.

Ma a me, come era successo l’anno scorso con l’incidente di sua sorella, rimane di nuovo un sapore amaro in bocca.

Annunci

5 thoughts on “Passata la paura

  1. ciao silvia, ogni tanto rioeno anch’io, ma mantengo il mio blog, vedo che tu hai cambiato, bello il template.
    la vitellina come sta?
    ora tuo marito sarà più tranquillo sapendo che la zia non è così moribonda come gli avevano fatto credere.
    un abbraccio, a presto

  2. giorgio: il maritozzo oggi sta meglio….ma che paura che gli hanno fatto prendere!

    mammachioccia: ma bentrovata! quanto tempo….sono contenta di incontrarti di nuovo anche “di qua”!!

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...