Il nostro weekend

Dopo la semi disfatta del Bioparco, domenica abbiamo optato per un più tranquillo picnic ai Castelli Romani.

Con l’occasione ho anche conosciuto Barbara, una ragazza che frequenta il Forum XSP.

Insomma, la giornata era di quelle belle calde e noi abbiamo trovato un favoloso albero secolare libero e ci abbiamo piazzato il nostro plaid e tutto l’occorrente per passare una bella giornata.
Irresistibili i nostri vari vicini di plaid:

Dal gruppo di signori e signore di una certa età che aveva organizzato il torneo di tresette e briscola, alla coppia con bimba piccola e nonni al seguito, calmi e sorridenti, alla famiglia romana de Roma al gran completo in trasferta ai Castelli fino a passare alla famigliola con papy ultra perfettino (un po’ alla Furio, insomma..).

Ce n’era per tutti i gusti….

E noi?

Ah, beh, noi eravamo quei due poveri disgraziati che correvano, con la lingua di fuori per la fatica, dietro a quello scricciolo in canotta e pantaloncini rosa che prima di partire per la sua destinazione ce la indicava urlando:

“NINA!!!” (N.b. Nina è il labrador dei miei…..e per Sara tutti i cani si chiamano così…)

“BIMBO!!”

“GIOTTE!!” (le giostre, ovvio….).

Insomma, noi più che i genitori perfetti sembravamo una coppia di anziani in libera uscita dalla casa di riposo….che figura….

Comunque, la giornata è stata più che divertente.
E il nostro weekend è stato caratterizzato da questa canzone, che io e il maritozzo ballavamo in macchina muovendo ritmicamente la testa…..
Eccovela:

“Gino e l’alfetta” – Daniele Silvestri

Vado di fretta
vado di fretta
non ho più tempo
datemi retta
Gino mi aspetta
dentro un’Alfetta
piena di muffa
Vado di corsa
vado a una festa
piena di gente
molto entusiasta
ora non posso
vado di prescia
forse ritorno
ma non è una promessa
Vado di fretta
vado di corsa
quello che serve è tutto dentro alla borsa
e per adesso mi basta
Maria sei sempre mia
sei l’unica possibile
ma di Gino io mi fido un po’ di più
lui mi conquista
e mi rilassa
Gino ha i miei stessi punti di vista
e per adesso mi basta
Ehi ehi
sono gay sono gay
non sono gay, no non sono gay
sono gay sono come vuoi
oggi sono lui
da domani poi se lo vuoi
sarò lei
sarò solo lei
mi dirai: come fai
come mai non lo sai cosa sei
sei diverso da noi
ma che vuoi, sono gay fatti miei
che disturbo ne hai
quale enorme disagio ne trai
sono gay sono gay
si sono gay
No non sono gay, ma vorrei
ma lo sai quanti geni ed eroi sono gay
non lo sai?
o non vuoi ricordare
preferisci pensare
che un gay sia una sorta di errore
una cosa immorale
o nel caso migliore
un giullare, un fenomeno da baraccone
e lo tollererai solo in quanto eccezione
e lo tollererai solo in televisione
lo chiamano gay
e tu pensi ricchione
Maria sei sempre mia
sei l?unica possibile
ma di Gino io mi fido un po’ di più
lui mi conquista
e mi rilassa
Gino ha i miei stessi punti di vista
e per adesso mi basta

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da CarrieW . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...