Chi ben comincia

Sabato mattina dedicato interamente alle pulizie settimanali.
Di solito mi prende abbastanza male….
Certi rodimenti….
Insomma, dopotutto, dopo 5 giorni di alzatacce piacerebbe anche a me svegliarmi più tardi e poltrire un pochino.
Però, dal momento che la casa doveva essere pulita (ed è risaputo che l’autopulizia non è stata ancora inventata…..) e che uno degli altri obblighi del sabato è la spesa settimanale….non avevo molte scelte.
Solo che, ispirata anche dalla giornata stratosferica di sabato, un sole meraviglioso e una temperatura da piena estate, ho deciso per una volta di partire con un po’ di buonumore.
E cosa c’è di meglio che fare le pulizie a tempo di musica?
Perfetto…e allora mettiamoci a cercare quella più adatta all’occasione…..!

Non ci credereste mai….ma ho trovato una canzone che rende divertente persino spolverare….
Non fosse altro che, tra il canticchiarla e gli sculettamenti a tempo, mi tornava in mente il video…troppo divertente….


E soprattutto, ha reso più apprezzabile il resto della giornata.

E diciamo che anche domenica ha avuto un inizio altrettanto positivo.
Si, perchè la mattina abbiamo deciso di andarci a fare una passeggiata ai Castelli Romani, prima di andare a pranzo dai miei.
E, mentre dall’altro capo della città qualcuna pensava bene di rinfrescarsi nella Fontana di Trevi come mamma l’ha fatta, noi saltavamo nella nostra pandina, accendevamo i motori e dalla radio partiva questa canzone:

“STRADA FACENDO” – Claudio Baglioni


Io ed i miei occhi scuri siamo diventati grandi insieme
con l’anima smaniosa a chiedere di un posto che non c’è
tra mille mattini freschi di bicletta,
mille e più tramonti dietro i fili del tram
ed una fame di sorrisi e braccia intorno a me…

Io e i miei cassetti di ricordi e di indirizzi che ho perduto
ho visto visi e voci di chi ho amato prima o poi andar via
e ho respirato un mare sconosciuto
nelle ore larghe e vuote di un’estate di città
accanto alla mia ombra nuda di malinconia…

Io e le mie tante sere chiuse, come chiudere un ombrello
col viso sopra il petto a leggermi i dolori ed i miei guai
ho camminato quelle vie che curvano seguendo il vento
e dentro un senso di inutilità
e fragile e violento mi son detto tu vedrai…vedrai…vedrai..

Strada facendo vedrai che non sei più da solo
strada facendo,
troverai un gancio in mezzo al cielo
e sentirai la strada far battere il tuo cuore…
vedrai più amore….vedrai!.

Io troppo piccolo fra tutta questa che c’è al mondo
io che ho sognato sopra un treno che non è partito mai
e ho corso in mezzo a prati bianchi di luna
per strappare ancora un giorno alla mia ingenuità
e giovane e invecchiato mi son detto tu vedrai,vedrai..vedrai..

…Strada facendo, vedrai, che non sei più da solo
strada facendo, troverai, anche tu
un gancio in mezzo al cielo, e sentirai la strada
far battere il tuo cuore, vedrai più amore, vedrai…

E una canzone e neanche questa potrà mai cambiar la vita
ma che cos’è che mi fa andare avanti e dire che non è
finita…cos’è che mi spezza il cuore tra canzoni e amore
e che mi fa cantare e amare sempre più,
perché domani sia migliore, perché domani tu…


Ora ditemi: potevo non cantarla a squarciagola??

Risposta esatta…….

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da CarrieW . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Mi lasci un commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...